C/O Comune di Quingentole - Piazza Italia, 24 - 46020 Quingentole (MN) Tel. 0386.791001 - Fax 0386.791002 sportellounico@destra-secchia.it - www.sportellounico-destrasecchia.it
  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Attivita' artigianali Aprire un negozio di acconciatore

Aprire un negozio di acconciatore

Definizione

L'attivita' professionale di acconciatore, esercitata in forma di impresa ai sensi delle norme vigenti, comprende tutti i trattamenti e i servizi volti a modificare, migliorare, mantenere e proteggere l'aspetto estetico dei capelli, ivi compresi i trattamenti tricologici complementari, che non implicano prestazioni di carattere medico, curativo o sanitario,  nonche' il taglio e il trattamento estetico della barba e ogni altro servizio inerente o complementare.

Normativa di riferimento

    • Regolamento Comunale sulla disciplina dell'attività ;
  • Legge 7 agosto 1990 n.241 “Nuove norme sul procedimento amministrativo” (art.19);
  • Legge 17 agosto 2005, n.174 “Disciplina dell'attivita' di acconciatore”;
  • Legge 2 aprile 2007 n.40 “Conversione in legge, con modificazioni del decreto-legge 31 gennaio 2007 n.7 recante Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attivita' economiche e la nascita di nuove imprese” (art.10, comma 2);
  • Legge Regionale 2 febbraio 2007 n.1 “Strumenti di competitività per le imprese e per il territorio della Lombardia” (art.5);
  • Decreto Legislativo  26 marzo 2010 , n. 59 “Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno”;
  • Decreto Direttore Centrale  18 marzo 2011, n. 2481 “Adeguamento degli schemi di dichiarazione e dei relativi allegati in attuazione della l.r. 2 febbraio 2007 n. 1, art. 5 alla disciplina SCIA di cui al d.l. 31 maggio 2010 e approvazione schema incarico per la loro sottoscrizione digitale e presentazione telematica”, rettificato dal d.d.g. 21 marzo 2011, n. 2520.
     

Prerequisiti

Per aprire un negozio di acconciatore è indispensabile essere in possesso dei seguenti requisiti:
Relativamente alla qualifica professionale
- in caso di impresa individuale artigiana: qualifica professionale per l'esercizio dell'attività di acconciatore rilasciata dalla competente Commissione Provinciale dell'Artigianato (C.P.A.) per il titolare dell'impresa.
- in caso di società artigiana:
S.N.C: qualifica professionale per l'esercizio dell'attività di acconciatore (rilasciata dalla competente Commissione Provinciale per l'Artigianato) della maggioranza dei soci (nel caso in cui i soci siano due, è sufficiente che uno solo di loro ne sia in possesso)
S.A.S.: qualifica professionale per l'esercizio dell'attività di acconciatore (rilasciata dalla competente Commissione Provinciale per l'Artigianato) di tutti i soci accomandatari
S.R.L. A SOCIO UNICO: qualifica professionale per l'esercizio dell'attività di acconciatore (rilasciata dalla competente Commissione Provinciale per l'Artigianato) dell'unico socio
- in caso di società non artigiana (commerciale): nomina di un direttore d'azienda con qualifica professionale per l'esercizio dell'attività di acconciatore ( rilasciata dalla competente C.P.A.)
Relativamente all’iscrizione presso la Camera di Commercio:
- in caso di imprese artigiane (ditte individuali o società): iscrizione all'albo delle Imprese artigiane presso la competente Camera di Commercio (C.C.I.A.A.). Le Imprese artigiane di nuova costituzione potranno iscriversi anche in un secondo momento.
- in caso di Imprese non artigiane (società): iscrizione al Registro Imprese presso la competente C.C.I.A.A.. Le imprese artigiane di nuova costituzione potranno iscriversi anche in un secondo momento.
Relativamente ai requisiti morali:
Non devono sussistere nei propri confronti "cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della L. 31 maggio 1965 n. 575” (cd. Legge antimafia).
Nel caso di società la dichiarazione per l'accertamento antimafia va fatta, a seconda del tipo di società:
- per le S.N.C. da tutti i soci
- per le S.A.S. e le S.A.P.A. da tutti i soci accomandatari
 -per le S.P.A. e le S.R.L. dall'amministratore unico oppure dal presidente ed i consiglieri.

Cosa occorre

Occorre presentare allo Sportello Unico, prima dell’inizio dell’attività, la Segnalazione Certificata Inizio/ Modifica Attività (SCIA), che deve obbligatoriamente essere redatta sulla nuova modulistica unificata predisposta dalla Regione Lombardia, costituita da:
- SCIA Modello A;
- Schede aggiuntive ed altra documentazione (secondo quanto indicato nel modello)
Il Modello A  va corredato dalla documentazione comprovante la sussistenza dei requisiti richiesti in base alle disposizioni vigenti.

Istruzioni per la compilazione

Il modello di Segnalazione Certificata Inizio/ Modifica Attività (SCIA), deve essere compilato in ogni parte (avendo cura di contrassegnare tutte le caselle di interesse) e corredato dagli allegati richiesti.

Note

Costituisce titolo valido per intraprendere l’attività, con decorrenza immediata, la presentazione della SCIA completa di tutti gli allegati e correttamente compilata.
Una SCIA incompleta o errata è improcedibile e quindi non produce alcun effetto giuridico.
Si rammenta inoltre che eventuali omissioni o dichiarazioni mendaci da parte del dichiarante comportano la denuncia all’autorità giudiziaria, con possibili conseguenze penali a carico dello stesso.

 

orarioORARI DI APERTURA AL PUBBLICO

martedì e giovedì dalle 15,00 alle 17,00

Posta Certificata PEC

Cerca nel sito